L’APPLE CRISP DI RUTH REICHL E L’INVENZIONE DEL FOOD WRITING

Ruth Reichl è la scrittrice e critica gastronomica che ha inventato il food writing. Non so se la conoscete. Sicuramente sì. È una specie di mito. Un talento unico nel raccontare storie. Famosa per la sua verve ironica, lavorava al New York Times e alla rivista gastronomica, tra le più rispettate d’America, “Gourmet”. Si è laureata in storia dell’arte e ha fatto della scrittura del cibo un’arte. La invidio. Vorrei scrivere come lei, in questo ambito.
Una donna che qui in Brasile chiameremo “poderosa” e “atrevida”, cioè una di quelle che conta e che decide. Forse non troppo simpatica. Non lo so. Me l’immagino severa, ma certa di ciò che fa. Una specie di Regina di Cuori di una Alice gastronomica. Tra le sue memorie culinarie, diventati best-seller, La parte più tenera, Confortatemi con le mele; Aglio e zaffiri; Mai come mia madre; My Kitchen Year: 136 Recipes that Saved My Life.
L’Apple Crisp di Ruth Reichl è quanto di più semplice possa esistere. Nulla di più perfetto e adatto per l’autunno.


6 mele
1 limone80g di farina80g di zucchero di canna
70g di burro
sale1 cucchiaino di cannella o qb
Crème franche per servire
Preriscaldare il forno a 190°C. Sbucciare le mele e tagliarle a spicchi. Aggiungere il succo del limone e versare il tutto in un piatto da forno imburrato. Con la punta delle dita, sbriciolare il burro freddo nella farina a cui abbiamo già aggiunto lo zucchero e un pizzico di sale fino a ottenere un aspetto “sbricioloso”, tipico del crumble. Cospargerlo sulle mele.Cuocere in forno per 45-50 minuti, o comunque fino a quando il crisp sarà dorato e i succhi leggermente caramellati. Servire con della crème fraiche. Il contrasto sarà perfettamente meraviglioso.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.