RYTTARKAKA ovvero “Torta svedese al cioccolato e cocco”

Lívia, una mia alunna, che è diventata nel tempo, con tutta la sua bella famiglia, una mia cara amica, sta aspettando un bambino. Il dottore la avvisa che deve prendere peso. E cosa fa ? Mi chiede di preparare ogni tanto dei dolci, che mangeremo tutti insieme in compagnia.

Questa torta è stata talmente un successo strepitoso che tutti gli invitati volevano la ricetta. Siccome Lívia mi ha minacciato di volere la ricetta al più presto, pena avere un orzaiolo (è la credenza popolare brasiliana a chi nega un desiderio a una donna incinta), lo faccio subito.

Ho trovato questa ricetta sul sito “Scandikitchen”. Con le mie minime conoscenze di svedese, sapevo che “Ryttarkaka” vuol dire letteralmente “Torta del cavaliere”. Allora ho approfittato e ho scritto a Brontë Aurell per sapere il significato della parola. È proprio quello. Origine sconosciuta.

Ma la torta è divina.

Immaginate una “kladdkaka” (la famosa torta “appiccicosa”, tipica della Svezia, al cioccolato) e uno strato godurioso – a cavallo! – di cocco!

Come tutte le “kladdkaka” che si rispettino, è molto importante non stracuocere: la base deve essere appiccicosa, come un brownie molto “sticky”

Per cui fare molta attenzione al tempo di cottura.

Con la benedizione di Brontë, ho apportato alcune minime variazioni alle dosi degli ingredienti.

Lívia, eccoti finalmente la ricetta!

Ingredienti

(con alcune piccole variazioni rispetto alla ricetta di Brontë Aurell)

200 g di burro

50 g di cioccolato fondente (+ altri 50 g grossolanamente tritato)

100 g di zucchero

100 g di zucchero muscovato

4 uova

150 g di farina

50 g di cacao in polvere

1 cucchiaino di zucchero vanigliato o estratto

un pizzico di sale

Per il topping

100 g di burro 

50 g di zucchero di canna chiaro 

100 ml di golden syrup 

150 ml di panna ad alta percentuale di grassi 

200 g di cocco essiccato 

Metodo

Preriscaldare il forno a 170° C. Sciogliere il burro in una casseruola quindi aggiungere 50 g di cioccolato e far sciogliere. Sbattere nella planetaria le uova e lo zucchero fino a quando non diventino gonfi e spumosi. (Se si usa l’essenza di vaniglia, invece dello zucchero vanigliato, aggiungerlo qui) 

Setacciare la farina, il cacao, il pizzico di sale e unire al composto di uova e zucchero. Poi aggiungere il burro fuso con il cioccolato, il cioccolato grattugiato e incorporare bene fino ad avere un impasto omogeneo.

Versare il composto in una teglia da forno di 20 x 30 cm e cuocere per circa 10-12 minuti. Nel frattempo, in una casseruola, scaldare gli ingredienti per il topping a fuoco lento fino a diventare un composto omogeneo. Passati i 10-12 minuti, se la parte superiore è stabile, versare sopra, con cura, il topping, uniformemente. Cuocere per altri 10 minuti – solo se necessario – continuando a controllare, assicurandosi che il topping non diventi troppo scuro. Lasciare raffreddare e servire. 

Note

Nessuna difficoltà in questa torta. Tutto il segreto è lasciarla “appiccicosa” come secondo tradizione svedese. 

Ho cotto la torta per altri 5 minuti ma forse sarebbe stato meglio semplicemente gratinare la copertura di cocco. 

In altre parole, se vi sembra ancora cruda… toglietela dal forno! Meglio per tutti, grandi e piccini! 

È buonissima. Il gusto di cioccolato, che forse sarebbe troppo forte, viene smorzato dal cocco delicato e croccante. 

È viziante. Più la mangiate e più direte: perché non l’ho fatta prima ? 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.