“HOT RICE PUDDING WITH APPLE AND MAPLE SYRUP”, UN’ALTRA RICETTA DI NIGEL SLATER, E IL MIO QUIZ “DOLCE”

Una delle cose che mi piace di più è chiedere ai miei commensali cosa ci sia nella ricetta che propongo. In questa che vi propongo oggi una mia cara amica, conoscendo le mie azioni, mi ha subito preceduto dicendomi: “buono questo riso dolce con il cocco!” Le ho risposto soddisfatto e un po’ sornione che no, che eravamo in Brasile e non in India o in Thailandia, dove si può trovare il riso dolce con latte di cocco, zucchero di palma e cannella; oppure con jaggery e cocco tostato. In questa ricetta di Nigel Slater, tratta da “A Cook’s Book”, un’altra per questa settimana, che ho fatto specialmente per l’iniziativa di Naina @curry.and.chips #fridayriceclub, c’è l’aggiunta più autunnale possibile: mele grattugiate… danno un elemento croccante fenomenale e, devo dire, inatteso. Poi c’è anche lo sciroppo d’acero, che ADORO (io dovevo essere un orso canadese in un mio misterioso passato !), sciroppo che sarà assorbito velocemente, ma la sua nota presente darà un gusto molto speciale. Le mie #ventimilamelesottoidenti saranno contente… hehehe… Comunque il risolatte, o riso dolce, o rice pudding… è veramente un momento magico della vita quotidiana. Quando si ha bisogno di un dolcetto, ma non troppo zuccherato, fatevi un riso dolce e la vita cambia. È molto significativo che il riso dolce sia proprio una pietanza “universale”. Pensate. Ci sono ricette di riso dolce aromatizzate con foglie di alloro, oppure quelle mediorientali con scorza di limone e mandorle tostate, pistacchi e miele, e magari, con un rivolo rossastro di melassa di melograno, oppure ancora con fiori d’arancio o acqua di rose, che apportano una nota morbida e floreale ma attenzione!, solo se usata in quantità sufficientemente piccole… allora sì che è profondamente gradevole. Se ne aggiungete troppo però, starete “degustando” sapone. Allora riso dolce subito!!! Servitelo caldo. Per fare la pace col mondo!!! E … Buon venerdì!!!

Serve 4
riso (di preferenza Arborio o Roma, o comunque quello che più vi garba)- 150 g
acqua – 500 ml
latte intero – 500ml
cannella in polvere – un bel pizzico
1 mela grande o 2 piccole
zucchero a velo – 3 cucchiai
sciroppo d’acero

Mettere il riso in una pentola e coprirlo con l’acqua. Portare a bollore, quindi abbassare un po’ la fiamma e far sobbollire finché l’acqua non sarà quasi evaporata. Tenerlo d’occhio.
Versare il latte, riportare a bollore, quindi abbassare il bollore e coprire parzialmente con un coperchio. Lasciar riposare per circa 15 minuti, mescolando regolarmente e tenendo sempre d’occhio il livello del liquido. Dovrebbe essere ancora molto cremoso. Unire la cannella.
Grattugiare la mela, sbucciandola se lo preferite, quindi unirla al riso, insieme allo zucchero. Lasciare agire per 5 minuti, durante i quali parte del liquido rimanente verrà assorbito, quindi servire, versando sopra lo sciroppo d’acero quanto ne desiderate, ma io direi almeno 2 cucchiai a persona, visto che di zucchero ce n’è proprio poco. Lo sciroppo d’acero sarà assorbito velocemente ma la sua nota presente darà un gusto speciale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.